La legislazione europea in materia di privacy e protezione dei dati personali richiede il tuo consenso per l'uso dei cookie. Maggiori informazioni.  Acconsenti?

La nostra storia

Quando nel 1866 il Friuli venne annesso al Regno d’Italia, il commissario regio Quintino Sella, che aveva il compito di organizzare la nuova provincia, in accordo con le forze produttive locali promosse la fondazione a Udine di un corso di studi superiori a carattere tecnico per lo sviluppo economico, culturale e scientifico della regione. Le lezioni iniziarono ai primi di dicembre 1866 con due sezioni: amministrativo-commerciale, abilitante alla professione di ragioniere; agrario-industriale, abilitante alla professione di perito agrimensore. L’Istituto, intitolato nel 1883 ad Antonio Zanon, l’economista friulano del Settecento fautore del rinnovamento agrario, fu un centro di esperienze didattiche e scientifiche complementari e correlate a quelle delle principali istituzioni friulane, come l’Associazione Agraria e l’Accademia di Udine.

Mappa sede 1866

La sede dell’Istituto era inizialmente in Piazza Garibaldi a Udine, sede attuale della Scuola Media Statale "Alessandro Manzoni". Nel 1961 la sezione per geometri si staccò da quella amministrativa dello "Zanon" dando vita all’Istituto Tecnico Statale per Geometri. Nel 1962 esso venne intitolato a Gian Giacomo Marinoniillustre matematico, topografo ed astronomo udinese.

Con il mese di settembre del 1992 l’Istituto si è trasferito nell’attuale sede di Viale Monsignor Giuseppe Nogara, 2. Nell’anno scolastico 2011-12 il "Marinoni" ha celebrato il cinquantesimo della sua fondazione.

Per più di cinquant’anni questa scuola ha formato generazioni di geometri attivi nel campo professionale e di diplomati che hanno trovato lavoro a vario titolo nel sistema delle imprese, nel terziario e nella Pubblica Amministrazione. Molti sono anche coloro che hanno proseguito con gli studi universitari e che si sono distinti in campo economico, tecnico e giuridico-sociale.

Questo Istituto ha dato molto al Friuli in particolar modo dopo il 1976, anno del terremoto che dilaniò interi paesi della nostra regione; in quel momento drammatico, l’operato e la professionalità dei tecnici formati nella nostra scuola contribuirono alla ricostruzione e alla rinascita dei territori colpiti. Dagli anni Ottanta in poi l’offerta formativa dell’Istituto si è ampliata e arricchita accogliendo le proposte nazionali di sperimentazione, fino al 2010, quando il riordino degli Istituti Tecnici del settore tecnologico ha contribuito alla trasformazione del tradizionale indirizzo per geometri in quello di Costruzioni, Ambiente e Territorio (articolazione Geotecnico e Tecnologie del Legno). Questo ha consentito, nell’ottica della valorizzazione e del consolidamento della specificità formativa dell’Istituto, di adeguarne l’identità ai mutati scenari dello sviluppo economico e del tessuto produttivo del Paese.

Dall’anno scolastico 2014-15 l’offerta formativa dell'istituto è stata integrata con il nuovo indirizzo Grafica e Comunicazione.

L’IT "Marinoni" ha anche un Corso Serale per l’istruzione degli adulti secondo le nuove linee guida ministeriali.

 
Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter